Caffetteria: sempre più italiani abbandonano il bar classico

Dibbnovecento Firenze

Caffetteria: sempre più italiani abbandonano il bar classico

Italiani, popolo di santi, poeti e…grandi amanti del caffè espresso!

Da sempre il Bel paese è famoso in tutto il mondo per le sue antiche tradizioni in fatto di buona cucina e cura delle materie prime – l’espresso, ad esempio, resta senz’altro il tipo di bevanda a base di caffè più amata e diffusa nel nostro Paese, anche se lentamente sembra che qualcosa stia cambiando.
Gli italiani stanno abbandonando il famosissimo espresso?

Le grandi catene in Italia

Per molti anni, l’Italia ha rappresentato per tantissime catene internazionali del settore food & beverage una vera e propria sfida. Proprio in virtù delle nostre antiche tradizioni in fatto di cibo e bevande, non sono poi così tante le catene che sono riuscite a conquistarsi un posto nel cuore degli Italiani.

Vita particolarmente dura hanno avuto quelle aziende che propongono specialità, come ad esempio la pizza, che per ogni Italiano sono delle autentiche, intoccabili istituzioni. Un discorso del tutto simile è quello che si può fare per il caffè, almeno fino a poco tempo fa.
Di recente, infatti, si comincia a intravedere all’orizzonte la possibilità, sempre più concreta, di vedere finalmente anche nel nostro territorio tutti quei locali internazionali che servono non solo caffè espresso, ma anche caffè americano, caffè filtro, frappè e così via. Ma come mai proprio ora?

Fascino e relax

I motivi di questo nuovo amore tra l’Italia e il caffè americano sono davvero tanti e, tutto sommato, difficili da determinare in maniera precisa. Per prima cosa, sicuramente il fascino dei locali in stile americano è innegabilenon solo tra i più giovani, ma anche per chiunque sia semplicemente curioso e aperto verso un prodotto che, almeno all’estero, è ormai parte del patrimonio comune.

Chi non ha desiderato infatti, almeno una volta, di sedersi su una comoda poltrona imbottita e sorseggiare un’ottima tazza di caffè lungo bollente, proprio come in un film americano?

Questo punto, del resto, si collega a un’altra grande ragione del boom del caffè americano in Italia, ovvero quella della profonda diversità tra l’esperienza tradizionale de bar italiano e quella, invece, proposta dai loro nuovi concorrenti d’oltreoceano.

Se per noi il caffè è generalmente una bevanda che si consuma in piedi e in pochi secondi, quella delle catene di caffetteria internazionali è invece una proposta molto più votata al relax.

In questi locali, infatti, è possibile passare indisturbati intere ore, seduti a lavorare con il proprio laptop e bevendo caffè…ideale per chiunque desideri un po’ di quiete dopo il lavoro, o per chi desidera cominciare le proprie giornate all’insegna del relax.

Pratico, buono, economico

Tutti noi abbiamo ben presente il famosissimo bicchiere di carta usato per servire il caffè americano. Oltre ad essere, appunto, una vera icona di stile, si tratta di una scelta dalla grande praticità.

I bicchieri da caffè take away sono infatti ideali per portare con te la tua bevanda senza versarla, conservando il prodotto fresco e profumato ancora più a lungo. Inoltre, come per ogni catena internazionale, i controlli sanitari e alimentari a cui sono sottoposti questi locali sono tra i più severi al mondo, garantendo al consumatore un prodotto sempre sano, fresco e, dal punto di vista economico, altamente competitivo.

Info sull'autore

bbnovecento Firenze administrator

Lascia una risposta